sabato 13 dicembre 2014

Sinibaldi, che alla scuola fece comprare due libri

Quando arrivai al ginnasio mi spiegarono che c'era una biblioteca e che ogni studente poteva indicare due libri da comprare per arricchirla. Ricordo ancora quali chiesi: "Cristo si è fermato a Eboli" e l'"Antologia di Spoon River".

Ne avevo sentito parlare molto, li desideravo ardentemente e li lessi.

Come vedi, sono proprio un prodotto dello Stato sociale!
Ma al di là della possibilità materiale di leggere qualcosa, ti rendi conto dell'importanza simbolica dell'atto?

Arrivi alla scuola superiore e ti chiedono di scegliere due libri. Significava dichiarare a un ragazzo l'importanza di quel luogo e dei libri.

(Marino Sinibaldi, Un millimetro in là, a cura du Giorgio Zanchini,  Laterza)

Nessun commento:

Posta un commento