lunedì 19 maggio 2014

Noi che chiedevamo il meglio alla vita


Come chi veda, mentre fissa uno scenario di bellezza, avvicinarsi le nubbi e debba a malincuore allontanarsi se il temporale irrompe, così noi, che avevamo la vita davanti e i cuori fecondati dalla luce del sole, dovemmo abbandonare sulle colline i libri e i fiori e inabissarci ed essere uccisi.

Non scrivete sulla pietra tristi parole, ma solo di opportuna gioia - perché noi che chiedevamo il meglio alla vita, abbiamo anche saputo come offrirla.

(Frank William Thompson, volontario inglese contro il nazismo, ucciso nel 1944. Citato da Corrado Augias in I misteri di Londra)

Nessun commento:

Posta un commento