venerdì 20 dicembre 2013

Le case sono i luoghi in cui la storia finisce

Le case sono dei magazzini incredibilmente complessi.

Ciò che ho scoperto, con mia grande sorpresa, è che qualunque cosa succeda nel mondo, qualsiasi cosa venga scoperta, creata o aspramente contesa, in un modo o nell'altro finisce sempre a casa tua.

Guerre, carestie, la Rivoluzione industriale, l'Illuminismo: sono tutti lì, nei tuoi divani e nelle tue credenze, fra le pieghe delle tende, nella morbidezza dei guanciali di piume, nella tinteggiatura delle pareti e nell'acqua che scorre nelle tubature.

E così la storia della vita domestica non riguarda solo letti, divani e cucine, come avevo vagamente immaginato, ma anche lo scorbuto, il guano, la torre Eiffel, le cimici, i ladri di cadaveri e praticamente tutto ciò che è successo nel mondo.

Le case non sono rifugi della Storia, sono i luoghi in cui la Storia finisce.

(Bill Bryson, Breve storia della vita privata, Guanda)

Nessun commento:

Posta un commento