domenica 21 luglio 2013

Perché certi pensieri si fissano in mente

Perché certi pensieri si fissano in mente?

Sembrano privi di valore pratico, ma ci rimangono impressi proprio per la loro stranezza. Solitamente ci trastulliamo un po' con loro, come con un giocattolo trovato sotto i cuscini del divano, e poi, quando l'inutilità ha il sopravvento sulla novità, li dimentichiamo. 

La vicenda delle ossa di Cartesio sembrava per l'appunto un esempio perfetto di informazione inutile.

Eppure me ne innamorai, come ci si può innamorare soltanto di qualcosa di molto insolito trovato sepolto in un libro vetusto. 

Mi era già successo in qualche altra rara occasione di avere la sensazione, improbabile ma forte, di avere scoperto un seme dormiente, gettato lì da qualcuno ormai morto da tempo che sapeva, o sperava, che un giorno sarebbe stato trovato, innaffiato e portato alla vita. 

(da Russel Shorto, Le ossa di Cartesio, Longanesi)

Nessun commento:

Posta un commento