mercoledì 3 luglio 2013

La gavetta in fondo al mare e i 4 mila dell'Oria

In 4 mila e più sono morti quel giorno.
Questa è la storia. Questo è quanto è successo. Il 12 febbraio del 1944.
Mare tremendo, mare di morte.
E quel campo di battaglia giù in fondo. Quel cimitero di guerra che non avrà croci, ma solo le coordinate che valgono per uno scoglio o una boa.
Latitudine 37° 39' nord, longitudine 23° 59' est.
Qui, dove le acque si sono richiuse sui corpi. Qui, dove la tomba è la profondità del mare. Qui, dove le onde per giorni, per settimane, restituiranno una parte dei corpi rubati.
Mare tremendo, mare di morte.
Allo stesso modo di una spiaggia di inverno, i tronchi e i rottami dopo una libecciata. 

(Paolo Ciampi, La gavetta in fondo al mare, Romano editore)

2 commenti:

  1. Quante persone sono morte in quel fatidico giorno,una storia che mi piacerebbe leggere e capire come l'imposta Paola Ciampi. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie Adele, spero di avere dato un piccolo contributo al dovere di memoria che deve essere di tutti noi...

    RispondiElimina