domenica 14 aprile 2013

Se la felicità è anche una tisana calda


Si siede come sempre nella sua grande poltrona, circondata da pile di libri e di riviste mai aperte. 

Sorseggia adagio la tisana insipida che ha preso il posto del caffè. 

C’è stato un momento in cui ha creduto che non ce l’avrebbe fatta a tirare avanti senza caffè, ma poi ha scoperto che quello di cui non può fare a meno è stringere in mano il tazzone caldo, che è quella sensazione a favorirle i pensieri, o qualunque altra pratica svolga nel corso delle ore, o delle giornate.



(da Alice Munro, Troppa felicità, Einaudi)

Nessun commento:

Posta un commento