lunedì 28 gennaio 2013

La vendemmia alla vigilia della Grande Guerra

L'estate era più bella che mai, noi tutti guardavamo il mondo senza preoccupazione.

Ricordo che l'ultimo giorno, passando con un amico per i vigneti di Baden, sentii dire da un vecchio vignaiuolo:

"Un'estate come questa non l'abbiamo avuta da un pezzo. Se dura così, avremo un vino straordinario e la gente dovrà ricordarsi di quest'annata!".

(Stefan Zweig, Il mondo di ieri. Ricordi di un europeo)

Nessun commento:

Posta un commento