lunedì 16 aprile 2012

Cosa ci rimane di Fosco Maraini

Cosa rimane di Fosco Maraini - il viaggiatore, l'etnologo, il fotografo, lo scrittore - nel centenario della sua nascita, che cade quest'anno, spero con poche celebrazioni ma con molta voglia di recuperare la storia e la lezione di questo grande uomo?

Una buona risposta ce la dà Alessandro Agostinelli sull'Espresso:

Resta la memoria della sua vita. Perché Maraini voleva che tutto quello che ha trovato, raccolto, scattato, appuntato, ricevuto, comprato in giro per il mondo e riportato a casa  potesse chiudere un cerchio, che quell'universo potesse contribuire ad aprire gli occhi a tutti coloro che altrimenti non si ricordano quanto il mondo sia più grande delle nostre abitudini, della nostra maniera di camminare o di impugnare una forchetta, del nostro modo di vedere la vita.

E siamo già molto oltre la commemorazione che le cifre tonde ci impongono.

Nessun commento:

Posta un commento