venerdì 13 aprile 2012

Antonio Scurati e il senso delle cose ultime


    La verità è che nessuna etica è possibile senza metafisica. E, forse, nemmeno la buona politica.

    Non agiamo per il meglio, individualmente e collettivamente, se non abbiamo un senso delle cose prime e delle cose ultime.
    Non prendiamo in mano il nostro destino, se rimaniamo incapaci di un pensiero profondo sul nostro essere nel tempo che vada oltre le previsioni meteo per il prossimo weekend in montagna. 
    E questo senso del tempo profondo porta con sé, innanzitutto, il senso della fine.
    (Da Antonio Scurati, Gli anni che non stiamo vivendo, Bompiani. Antonio Scurati sarà venerdì 4 maggio, ore 21 al Castello di Poppi per le conversazioni de Le Parole e il Silenzio)

Nessun commento:

Posta un commento